Un atto di eroismo e di grande coraggio quello avvenuto a Casalmaiocco, in provincia di Lodi. Protagonisti della vicenda, che per fortuna si è conclusa con un lieto fine, sono un ragazzo di 20 anni e un bambino di 4 anni. Il piccolo è precipitato nel vuoto dal balcone del proprio appartamento, che si trova al secondo piano di una palazzina. L’altezza dalla quale è precipitato è di circa 10 metri, ma grazie al pronto intervento e la rapidità del giovane 20enne che senza esitare lo ha acciuffato, il bambino è rimasto incolume. Il suo salvatore invece ha riportato qualche ferita, ma non è nulla di grave.

Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri locali per ricostruire l’accaduto; nei pressi dell’abitazione si trova un benzinaio autolavaggio. Dalla pompa di benzina si può vedere tranquillamente il balcone dal quale è caduto il piccolo, infatti le prime chiamate ai soccorsi sono partite proprio dalla stazione di rifornimento. Il piccolo, secondo quanto ricostruito, è scappato al controllo dei genitori e ha cominciato ad arrampicarsi, ignaro del pericolo che stava correndo. Nel frattempo i clienti del benzinaio e i dipendenti stessi hanno provato a dissuaderlo, a farlo ritornare in casa, ma non c’è stato nulla da fare.

Il bimbo di 4 anni ha continuato a camminare fino a precipitare dal balcone. Per fortuna il 20enne è stato fulmineo, appena ha realizzato quel che stava accadendo si è lanciato ed ha recuperato il piccolo salvandogli la vita. Nell’impatto con il suolo il ragazzo ha riportato qualche lieve ferita, ma non è stato nulla di grave: dopo l’accaduto sia lui che il bambino sono stati portati in ospedale ma ne sono usciti indenni. Lo spavento è stato enorme per tutti i presenti, che per un attimo hanno temuto il peggio: altrettanto repentino è stato il sollievo che questi hanno provato sapendo che nessuno si era fatto male.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here