Una storia che ha sconvolto e indignato il web, quella accaduta a una giovane ragazza in cerca di casa in provincia di Milano. Si chiama Deborah, ed è stata vittima di discriminazione a motivo del suo luogo di nascita, ovvero Foggia. Da qualche tempo la ragazza era in cerca di casa nella zona di Robecchetto con Induno, piccolo paese in provincia di Milano; dopo varie ricerche ha finalmente trovato l’abitazione che cercava, ha quindi preso accordi con la proprietaria, pronta per firmare il contratto di locazione. Ma l’affittuaria all’ultimo minuto ha cambiato idea, prima facendo slittare l’affitto, poi annullandolo.

Deborah ha raccontato la sua storia in un post sui social, post che ha raggiunto visibilità a livello nazionale. Dopo aver perso la casa per delle motivazioni che a lei erano sembrate sospette, ha deciso di scavare a fondo e insistere, per capire come mai la padrona di casa avesse cambiato idea. Ha quindi scoperto che è subentrata la madre dell’affittuaria, che le ha esplicitamente detto di non volere meridionali nella propria abitazione. Non contenta, la donna ha inviato alla meridionale indesiderata dei messaggi vocali in cui si è definita fieramente razzista e salviniana: siete tutti uguali, meridionale, rom, neri.

Così Deborah, che di lì a poco si sarebbe trasferita finalmente per vivere vicino alla fidanzata, ha perso l’abitazione che era pronta ad occupare nel prossimo mese. La donna, leghista convinta, a quanto pare ha effettuato approfondite ricerche per scoprire i natali di Deborah e, una volta venute fuori le origini foggiane della giovane, ha deciso di negarle l’affitto. Perché in fondo “basta metterci la forza di volontà e rimboccarsi le maniche”, come ha scritto in un messaggio: basta la forza di volontà per comprare una casa e possederla, “come facciamo noi del nord”. Grazie alla denuncia pubblica Deborah ha portato alla luce una tematica importante e sensibile.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here