È già la terza volta che si sente una notizia del genere: un ragazzo di 23 anni di origine tedesca è stato beccato a urinare per strada, senza farsi troppo problemi, da una volante della polizia. È accaduto a Bologna, in via dei Coltellini, nei pressi del commissariato, quando gli agenti che stavano rientrando in caserma hanno notato il giovane. Lo hanno fermato e gli hanno intimato di rivestirsi, dopodiché è partita la multa di 5000 euro. L’accusa mossa nei confronti del 23enne è quella di aver compiuto atti contrari alla pubblica decenza, per la quale la legge prevede sanzioni da 5mila a 10mila euro.

Dal 2016 infatti “chiunque compia atti contrari alla pubblica decenza in un luogo pubblico o aperto o esposto al pubblico, è soggetto alla sanzione amministrativa pecuniaria da euro 5.000 a euro 10.000“. purtroppo una semplice distrazione è costata al giovane cittadino tedesco una bella multa; eppure non è la prima volta che succede, ma già nel mese di agosto sono state sanzionate altre due persone per lo stesso motivo, o almeno sono due le persone multate di cui hanno parlato i media. Si tratta di un ragazzo francese e un ragazzo italiano, intenti a urinare pubblicamente per la città, successivamente beccati e multati dagli agenti della polizia.

Quello di urinare nei luoghi pubblici resta un gesto di grande inciviltà e indecenza: ricordiamo l’episodio accaduto lo scorso anno, che costò una rissa fra un 22enne e un passante. Quest’ultimo stava urinando pubblicamente sul ciglio della strada, quando il 22enne ha cercato di ammonirlo, di rimproverarlo. L’oltraggiatore, oltre a offendere la pubblica decenza ha cominciato prima a minacciare verbalmente il suo interlocutore, per poi giungere alla violenza fisica. Lo ha quindi preso a pugni, poi fortunatamente sono intervenuti gli amici dell’uno e dell’altro, in seguito l’aggressore si è dileguato nel nulla sfuggendo alla polizia supraggiunta successivamente.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here