Una terribile sparatoria avvenuta a Dordrecht, in provincia di Rotterdam in Olanda, ha coinvolto due bambini e una donna che è rimasta ferita gravemente. A sparare un poliziotto di 35 anni, che ieri pomeriggio ha aperto il fuoco per strada noncurante della folla di persone che circolavano in zona. Il quotidiano locale De Staardard ha riportato la notizia: verso le 18:30 sul luogo sono accorsi gli agenti della polizia olandese e le ambulanze, tra ieri e oggi la notizia si è diffusa su tutti i media. Il movente dell’omicidio all’inizio era poco chiaro, in quanto non si conoscevano i legami fra le vittime.

Al momento la pista seguita è quella della tragedia familiare, molto probabilmente il poliziotto stava attraversando un periodo di crisi. Dopo aver compiuto l’atroce gesto e aver aperto il fuoco su due bambini innocenti, rispettivamente di 8 e 12 anni, si è rintanato a casa sua e lì si è tolto la vita. La madre delle due vittime invece è stata solamente ferita e quindi ricoverata in ospedale in gravi condizioni. Il caso accaduto ieri ne ricorda uno analogo risalente al mese di aprile, in Belgio, quando un poliziotto prima massacrò la sua famiglia a colpi di arma da fuoco e poi si suicidò.

Anche in quella tragedia tra le persone coinvolte c’erano due bambini, i figli dell’omicida che erano due bambini di 9 e 11 anni. Anche la moglie perse la vita e, una volta messa in atto la sparatoria, il poliziotto si tolse la vita. Come ad aprile, anche stavolta la tragedia ha scosso i cittadini di Dordrecht, sconvolti da una tragedia familiare che ha avuto un così triste epilogo. Il sindaco Wouter Kolff ha espresso tutta la sua solidarietà e la sua vicinanza alle vittime e alle persone a esse legate in un tweet in cui si rivela profondamente toccato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here