Tutti ricordiamo la bambina del film horror “The Ring”, un volto inquietante che esce dal televisore e in qualche modo ti uccide. Ebbene, da qualche tempo spopola la moda di riprodurre il personaggio del film per le strade, le piazze, ma anche i mezzi pubblici. Si chiama Samara challenge, dal nome della terribile bambina fantasma che ha terrorizzato una generazione di ragazzi appassionati dell’horror. L’idea non è nostrana ma arriva dall’oltreoceano, infatti la sfida è divenuta popolare negli Stati Uniti e poi tramite i social network si è diffusa nel resto dei paesi. Poteva l’Italia non partecipare?

Lo scopo di questo gioco è quello di travestirsi da Samara e spaventare i passanti nelle ore notturne; i complici della bimba assassina filmano le reazioni, poi va tutto sul web, fra le risate e i like degli utenti. Non tutti hanno mostrato apprezzamento per questo gioco, che anzi è stato condannato perché potrebbe mettere a rischio l’incolumità sia degli attuatori che di quelli che subiscono. Quella che ad alcuni sembra una banale trovata goliardica per molti è addirittura da punire con una severa pena, affinché non si ripeta. A complicare le cose, un fatto accaduto a Caserta la scorsa notte.

È stato messo in scena lo scherzo del secolo, la vittima era una donna che tornava dal lavoro all’una. Mentre camminava per strada si è imbattuta in Samara e, pensando che volessero farle una rapina, ha avuto un malore ed è svenuta. Ma il peggio è che i responsabili sono fuggiti, lasciando la donna per strada: costei solo successivamente è stata portata in ospedale, dove per fortuna non le sono state trovate lesioni gravi.  A Taranto invece sono stati gli autori dello scherzo ad avere la peggio, infatti alcuni ragazzi li hanno inseguiti e hanno picchiato la ragazza travestita da Samara.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here