Ha fatto una clamorosa entrata a Venezia per la riedizione di uno dei suoi film più discussi: Monica Bellucci ha 54 anni ed è più bella che mai. Il film in questione è “Irréversible”, uscito nel 2002 ed è controverso per una scena in particolare in cui l’attrice viene stuprata, una scena che dura ben 10 minuti in cui non vengono risparmiati agli spettatori i dettagli più turpi. A distanza di anni, l’attrice italiana ha fatto le sue conclusioni riguardo al film che ha suscitato tanto scalpore, in occasione della sua proiezione. A detta sua, non sa se oggi rifarebbe una scena del genere.

Un’affermazione così è giustificata dal fatto che a differenza del lontano 2002, oggi ha due figlie e non si sa come vivrebbero la cosa. La Bellucci non si pente del ruolo che ha avuto nella pellicola, era l’opera di un grande regista e dopo tanto tempo ancora se ne parla, è stato un film ad enorme impatto sociale. Per certi versi può apparire imbarazzante, la scena dello stupro può mettere a disagio, ma lo scopo è proprio quello: con la forza delle immagini vengono messi a nudo temi scottanti dei quali molti non hanno il coraggio neppure di parlare.

Può suscitare una seria riflessione, continua l’attrice, la brutalità dell’abuso sessuale va smascherata e mostrata in tutti i suoi aspetti. Sul set ovviamente era tutto svolto nella massima sicurezza, ogni pugno era studiato e l’attrice non correva alcun rischio. Monica Bellucci ha due figlie di 9 e 15 anni rispettivamente, frutto del suo matrimonio con l’attore francese Vincent Cassel; a loro augura un mondo migliore, in cui le persone siano meno restie a denunciare abusi sessuali. Magari un mondo in cui anche un film può sensibilizzare il pubblico su un tema tanto delicato. Insieme lei e l’ex marito e attore francese, passeranno sul red carpet per la riedizione di Irréversible.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here