Nel 2015 aveva annunciato la rottura con la band assieme al fratello, ovvero i Tiromancino: così Francesco Zampaglione ha abbandonato per sempre il mondo della musica, ma la nuova carriera che ha intrapreso si è rivelata del tutto inaspettata. La separazione dei due fratelli risale al mese di settembre di quattro anni fa, venne comunicata tramite un post di Francesco in cui il ragazzo spiegava come dopo l’ennesima lite furibonda con il fratello era stato costretto a lasciare il gruppo musicale, nonostante si trovasse nel bel mezzo di un tour. Così ha appeso la chitarra e ha preso la pistola, dandosi alle rapine.

Non aveva nessun precedente penale Zampaglione, quando ha deciso di entrare a volto scoperto in una banca sulla Circonvallazione Gianicolese. Aveva una pistola priva di tappo rosso che solo in seguito si è rivelata essere finta. Una volta entrato nella struttura ha minacciato gli impiegati con l’arma, ordinando loro di aprire e svuotare le casse. Intimoriti, i dipendenti hanno fatto quanto era stato loro detto: il rapinatore ha così riempito un borsone che aveva portato con sé ed è uscito dalla banca con la refurtiva. Quando ha raggiunto la strada si è cambiato la maglietta, convinto di poter eludere eventuali controlli in tal modo.

Tuttavia è stato incastrato da un cittadino che era presente in banca nel momento della rapina: l’uomo ha deciso di seguirlo a distanza, senza farsi vedere. Mentre pedinava il rapinatore, ha chiamato le forze dell’ordine, spiegando loro la dinamica della rapina e il cambio di abiti avvenuto per strada. Gli agenti della polizia sono riusciti, con l’aiuto del cittadino, ad acciuffare il responsabile in via Monte Verde, dove Zampaglione non ha opposto resistenza ma si è consegnato agli agenti. La polizia ha quindi recuperato il bottino, mentre il rapinatore è stato trasferito nel carcere Regina Coeli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here