Risale alla giornata di ieri l’autopsia della donna trovata legata al letto ad Arezzo, senza vita. Il corpo è stato trovato in via Della Robbia e la vittima si chiamava Maria Aparecida Venacio De Sousa, una donna di 60 anni di origine brasiliana.  L’autopsia è stata programmata a partire dalle 15, intanto è stata paerta l’inchiesta per omicidio volontario e, anche se non ci sono indagati, la polizia sta seguendo la pista della prostituzione locale. Infatti secondo alcune evidenze la vittima era una escort e nell’appartamento in cui viveva, al primo piano della palazzina, è stata trovata morta.

Dall’autopsia, eseguita all’ospedale di Santa Maria alla Gruccia a Montevarchi, risulta che la donna è stata uccisa con svariati colpi alla testa. Tuttavia c’è un altro dettaglio: il cadavere è stato ritrovato con un laccio al collo, ma ancora non è noto se questo possa aver causato la morte di Maria; a tal proposito saranno fatti ulteriori accertamenti, in modo da stabilire in modo quanto più veritiero possibile la causa del decesso. Probabilmente è stato uno dei clienti, considerando l’ora del delitto, che è stato consumato in un periodo compreso fra l’una e le tre della notte fra domenica e lunedì.

Anche l’ex marito della donna è stato sottoposto a un interrogatorio, ma ha un alibi che lo coprirebbe parzialmente. Il responso dell’autopsia infatti concorda in parte con la versione fornita dall’uomo, che è uscito per il mare nella prima mattinata. Tuttavia ci sono, oltre a questo, altri dettagli confusi da rimettere in ordine per stabilire se vi sia un coinvolgimento dell’ex coniuge della vittima o di altri uomini che erano legati a lei in un modo o nell’altro. Il corpo è stato ritrovato in tarda serata, alle 18:30 di lunedì: al momento gli inquirenti sono alla ricerca di indizi che potrebbero tradire l’assassino e quindi svelare la sua identità.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here