È accaduto ieri, 27 agosto a Margherita di Savoia, nota località per le vacanze in provincia di Barletta-Andria-Trani: l’ennesima lite coniugale finita male. I protagonisti della tragedia sono due coniugi in fase di separazione, una donna di 48 anni e il suo ex marito di 53 anni, che ha perso la vita quando la lite ha raggiunto il culmine. Secondo quanto ricostruito la lite è cominciata in casa, in seguito i due hanno continuato il loro diverbio per strada, spostandosi poi a via Frontino. La donna ha inseguito il proprio marito e l’ha colpito con un coltello da cucina causando la sua morte.

La 48enne ha sferrato alcuni colpi, ha quindi affondato la lama nel collo del marito causandone la morte poco dopo. Nonostante siano arrivati i soccorsi del 118 nel minor tempo possibile, non c’è stato nulla da fare per la vittima, che si è spenta prima che potesse essere portata in ospedale, a motivo di una forte emorragia. La responsabile dell’omicidio è stata subito raggiunta dagli agenti: i carabinieri l’hanno portata in caserma dove il sostituto procuratore di Foggia Rossella Pensa ha delegato le indagini al nucleo dei carabinieri di Cerignola. Gli inquirenti hanno visionato i filmati delle telecamere di sorveglianza posizionate nella strada in cui è avvenuto tutto.

Secondo la ricostruzione fra i due non c’erano mai stati litigi tanto violenti, tantomeno denunce o episodi di violenza. I due erano separati già da qualche tempo e lui aveva intrapreso una relazione con un’altra donna: sarebbe stata proprio questa la causa del litigio che gli è costata la vita. La moglie avrebbe insultato terribilmente la nuova compagna dell’uomo, iniziando la rissa; la vittima dal canto suo, era conosciuta da tutti in paese. I concittadini lo ricordano come un individuo molto tranquillo, una bravissima persona, l’uomo era benvoluto da tutti gli abitanti della zona.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here