È morta da parecchi giorni, ma solo l’altro ieri è stato trovato il suo corpo senza vita: si tratta di una giovane ragazza di 20 anni. Il cadavere è stato scoperto in modo del tutto accidentale, essendo stato nascosto molto bene in un campo di foraggio situato in provincia di Varese. Precisamente il ritrovamento è avvenuto a Busto Arsizio, il territorio in questione si trova al confine con il vicino comune di Magnago, luogo poco lontano dalla linea ferroviaria locale. A fare la terribile scoperta è stato il proprietario del terreno che, mentre era intento a lavorare si è imbattuto nel cadavere della giovane donna.

Per l’agricoltore era una giornata di lavoro come le altre, si era recato sul territorio di sua proprietà e stava falciando l’erba come era solito fare. A un certo punto ha avvistato il corpo, la cui identità non è stata ancora accertata visto che si trova in uno stato avanzato di decomposizione; tuttavia vicino alla ragazza è stato trovato anche un portafoglio che ha fornito agli agenti qualche informazione sul conto della sua proprietaria. Si tratta di una ragazza di 20 anni di nazionalità romena, che evidentemente non aveva rapporti molto stretti con la famiglia: ecco perché nessuno ha denunciato la sua scomparsa.

La ragazza era residente in Italia, al momento gli inquirenti stanno tentando di contattare la famiglia per stabilire se l’identità indicata sui documenti corrisponde a quella del cadavere. Sono stati effettuati dei primi accertamenti dal medico legale, ma non sono serviti a molto, dal momento che il cadavere era in condizioni irriconoscibili. Sarà l’autopsia a stabilire le cause del decesso e a fornire eventualmente qualche informazione in più sulla giovane vittima. Attualmente sono al vaglio le indagini da parte del commissariato di Busto Arsizio, con l’aiuto della squadra mobile di Varese, team coordinato dalla pm Flavia Salvatore.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here