È avvenuto nella periferia di Reggio Emilia, un efferato omicidio ai danni di una giovane barista, che è stata brutalmente accoltellata. Si chiamava Hui Zhou ed era di origini cinesi; era un giorno di lavoro come tanti altri lo scorso 8 agosto, quando un uomo è entrato nel bar e, dopo essersi intrufolato dietro il bancone ha aggredito la donna. Quest’ultima è morta sul colpo, ma il suo assassino si è dileguato subito dopo aver commesso l’atroce gesto, ed è rimasto latitante per 10 giorni. In questo periodo la polizia ha avviato una vera e propria caccia all’uomo, che ha finalmente dato i risultati sperati.

Hui Zhou aveva solo 25 anni; il suo omicida è un uomo di origine marocchina di 34 anni, e, nonostante la sua identità fosse stata scoperta subito dopo il crimine, non è stato fermato subito. Dalle telecamere infatti si vede in maniera chiara il volto dell’uomo e subito dopo l’accaduto è stato diramato dalla questura un ordine di cattura in tutta Italia. Il movente è ancora da accertare ma, vista la dinamica delle azioni registrate dai filmati delle telecamere di sorveglianza, è stata esclusa la rapina. L’omicida non ha tentato di fare alcuna estorsione ma si è scagliato direttamente sulla giovane con l’intenzione di ucciderla.

Al momento quindi si suppone che il movente sia di natura passionale; sono state raccolte le testimonianze di alcuni clienti che al momento dell’omicidio si trovavano al bar Moulin Rouge. Il 34enne è entrato nel locale verso le 18 e ha compiuto l’assassinio in pochi minuti, ha sferrato una serie di coltellate alla giovane ragazza che le sono state fatali in quanto è morta sul colpo. Il responsabile dopo essere stato identificato dalle forze dell’ordine si è recato in una caserma dei carabinieri spontaneamente, dopo 10 giorni di latitanza, dove è stato finalmente fermato dagli agenti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here