Si chiamava Andrea Aromi il ragazzo coinvolto nell’incidente sull’autostrada A14, tra Cesena e Forlì. Il ragazzo si era preso qualche giorno di vacanza, era andato a festeggiare Ferragosto con i suoi amici a Riccione. L’incidente è avvenuto venerdì, ma solo successivamente è stata accertata l’identità del ragazzo che ha perso la vita, ovvero Andrea. Alla guida dell’automobile c’era un suo amico e coetaneo, che è stato ricoverato d’urgenza al pronto soccorso. Sul luogo sono intervenuti gli agenti della polizia stradale che hanno cominciato a ricostruire la sequenza degli eventi che hanno scatenato l’impatto.

Nella vettura hanno trovato il biglietto per l’ingresso a Riccione, risalente a circa mezz’ora prima dell’incidente. L’auto si è schiantata contro il guard-rail ad alta velocità: gli inquirenti non hanno trovato alcun segno di frenata, quindi si suppone che il conducente abbia avuto un colpo di sonno. Subito dopo il tragico incidente l’autostrada è stata chiusa ed è arrivato sul posto l’elisoccorso che ha trasportato i due corpi in ospedale. Purtroppo per Andrea, che si trovava sul sedile posteriore, non c’è stato nulla da fare, il giovane è morto sul colpo. Era originario di San Lazzaro, dove viveva solo con i genitori, essendo figlio unico.

Andrea era stato adottato quando aveva solo due anni, ha avuto una vita piena dell’affetto dei genitori. Aveva compiuto un ottimo percorso accademico e a settembre avrebbe cominciato per la prima volta il suo nuovo lavoro per cui si era tanto preparato: avrebbe cominciato il tirocinio come commercialista nello studio della zia. I genitori hanno avuto l’arduo compito di recarsi in obitorio per effettuare il riconoscimento del corpo. Attorno alla famiglia si stringe con cordoglio e solidarietà l’intera cittadina di origine, cha ha perso una giovanissima vita per una fatalità. Anche il sindaco Isabella Conti ha espresso tutta la sua vicinanza alla famiglia, sottolineando il dolore dell’intera comunità.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here