Una punizione e un’adolescente di 15 anni sono le protagoniste della storia assurda che è diventata presto virale. Si chiama Dorothy e la mamma le ha confiscato tutti i dispositivi elettronici per metterla in punizione: tale punizione era dovuta al fatto che la 15enne aveva rischiato di incendiare tutta la casa in un momento di distrazione con il proprio smartphone. Così la mamma glielo ha sequestrato affinché potesse imparare la lezione, ma lei non si è arresa, anzi ha continuato a lottare per il suo diritto ai social utilizzando letteralmente ogni risorsa disponibile.

Dopo il sequestro del cellulare Dorothy ha preso il suo Nintendo DS, da cui ha twittato, comunicando ai suoi follower la triste notizia, cioè che sarebbe sparita dai social. Ma la madre l’ha scoperta e il piano è saltato, sequestrato anche il Nintendo; non lasciandosi intimidire minimamente Dorothy ci ha riprovato, stavolta con la Wii, non avendo altro. La madre però l’ha scoperta anche stavolta e le ha tolto anche quel videogioco. Era la fine, la 15enne si è disperata non riuscendo a trovare alcun modo per interagire con i suoi amici virtuali, poi all’improvviso ha avuto la brillante idea che l’ha resa famosa.

Sfruttando il frigorifero intelligente Dorothy è riuscita ad entrare sul suo social preferito: ebbene sì, ha proprio inviato un tweet con il frigo! La storia è subito diventata virale e Twitter si è riempito di meme e battute al riguardo; addirittura è nato un nuovo hashtag per l’occasione, #freedorthy, che ha avuto un notevole successo, infatti è stato fra le parole di tendenza per alcune ore. La giovane star è stata anche intervistata dal quotidiano The Guardian, a cui ha spiegato che l’estate è noiosa e Twitter è stata la sua unica distrazione in questi giorni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here