È accaduto ad Acquaviva delle Fonti, in provincia di Bari dove c’ è stata l’ennesima rissa familiare finita male. I protagonisti della lite stavolta sono marito e moglie e, a rimetterci la vita è stato lui, il marito, ovvero un ragazzo di 30 anni che si chiama Francesco Armigero. A compiere l’atto omicida sua moglie, una donna di 29 anni con la quale già da lungo tempo i rapporti si erano complicati. La coppia infatti stava attraversando una fase molto particolare, in quanto erano in fase di separazione. Vivevano nella stessa struttura ma in appartamenti diversi, situati su due piani.

Sono state raccolte molteplici testimonianze riguardo a quanto accaduto, infatti quando è scoppiato il brutto litigio erano presenti entrambe le famiglie, sia quella di lui, sia quella di lei. Quella che poi è divenuta una rissa ha raggiunto il culmine nel momento in cui la donna ha sferrato una coltellata nel fianco dell’oramai ex partner. Il colpo gli è stato fatale: infatti, nonostante Francesco sia stato portato velocemente all’ospedale Miulli non c’è stato nulla da fare per lui. Dopo i disperati tentativi dei medici di rianimarlo, il giovane è deceduto all’interno della struttura.

I carabinieri si sono recati in maniera immediata nello stabile in cui ha avuto luogo l’accaduto e qui hanno interrogato la responsabile. Le domande sono andate avanti fino a notte inoltrata, quando la donna stremata e scossa, ha confessato la sua colpevolezza. Dopo un’attenta ricostruzione dei fatti e dopo una confessione che ha fugato tutti i dubbi, la donna è stata arrestata con l’accusa di omicidio volontario nei confronti dell’ex coniuge. L’arma del delitto, ovvero il coltello è stata ritrovata ancora nell’abitazione ed è stata sequestrata. I due coniugi in fase di separazione hanno lasciato due figlie, si tratta di due bambine piccole il cui destino sarà da decidersi nei prossimi giorni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here