Una reazione alquanto estrema, di quelle che non si sentono tutti i giorni: un padre contrario alla relazione della figlia ha reagito passando direttamente al fucile. La ragazza è una giovane di 26 anni, venuta insieme al padre dallo Sri Lanka, in Italia ha trovato occupazione come badante a Teolo, in provincia di Padova. Nell’abitazione in cui lavora si è consumata la violenza da parte del padre 46enne. Erano all’incirca le ore 21 di due sere fa quando l’uomo furibondo ha fatto irruzione nel luogo in cui si trovava la propria figlia.

La ragazza, aveva conosciuto un uomo tramite chat, e da qualche tempo fra i due era nata una relazione sentimentale. Il padre sin dall’inizio si è opposto esprimendo marcatamente la sua disapprovazione nei confronti della figlia. Secondo la ricostruzione, ad un certo punto non è più riuscito a gestire le proprie emozioni e, imbracciato il suo fidato fucile da caccia, ha sparato alla figlia. L’ha colpita al volto e al braccio, ora lei si trova ricoverata all’ospedale in prognosi riservata, ma anche il papà non è uscito illeso da questa bizzarra e sentimentale vicenda.

Infatti il 46enne, subito dopo aver messo in atto la sua follia, si è pentito di quanto compiuto e, dopo aver rivolto l’arma contro di sé ha provato a spararsi, ma il suo tentativo di suicidio è fallito. In seguito ha tentato nuovamente di togliersi la vita: ha trovato una corda e ha tentato di impiccarsi. Fortunatamente sono intervenuti prontamente le forze dell’ordine le quali sono riuscite a salvare la situazione. I carabinieri hanno fatto appena in tempo a spezzare il cappio che teneva l’uomo sospeso fra la vita e la morte. Quindi al momento il 46enne si trova ricoverato assieme alla figlia perché ha subito anche lui delle lesioni fisiche; ancora si attende un responso per capire quanto sia grave la situazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here