È di nuovo allarme maltempo in Veneto, dove le piogge hanno letteralmente piegato la regione: gli scorsi giorni infatti i temporali hanno devastato alcune zone causando molti disagi. Il problema principale è stato causato dalle frane, che a loro volta hanno causato delle ondate di fango e terra in alcune zone della regione più esposte. In particolare i temporali si sono abbattuti sulla zona di passo Pordoi ad Arabba e Valparola, nei pressi di Cortina. A subire le condizioni atmosferiche, una coppia rimasta intrappolata in auto: la vettura si è immobilizzata tra due blocchi di fango che stavano franando ed è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco per trarre la coppia in salvo.

Ancora, nel bellunese, nella menzionata Arabba, sono stati allertati i soccorsi, che sono intervenuti per salvare sei motociclisti. Si trattava di sei turisti tedeschi che in quel momento transitavano da quelle parti, fortunatamente tutti i protagonisti di questa spiacevole vicenda ne sono usciti illesi e senza riportare danni fisici. Solo i mezzi hanno riportato qualche lieve danno; alla lista dei soccorsi si aggiunge anche un ciclista che, come gli altri si trovava di passaggio e non è rimasto ferito o danneggiato in alcun modo.

Dopo gli avvertimenti delle previsioni meteo, il maltempo è arrivato davvero abbattendosi sul Nord, per ora. Durante gli scorsi giorni c’è stato un record di telefonare ai vigili del fuoco, infatti i temporali hanno provocato numerosi smottamenti. Mentre il presidente della regione Luca Zaia ha lanciato l’allerta alla Protezione Civile, affinché siano tutti pronti a fronteggiare ulteriori ed eventuali danni, alcune zone sono state chiuse. In particolare le due regioni del bellunese che hanno visto un maggior numero di danni: imbattersi in quelle strade per il momento potrebbe comportare grossi rischi per l’incolumità fisica, o addirittura per la vita, se i soccorsi non dovessero arrivare per tempo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here