Tel Aviv: è da poco stata emanata la sentenza che ha permesso ai soldati israeliani di cacciare letteralmente dalle proprie case gli abitanti palestinesi che risiedono nel sobborgo Sur Baher. Secondo quanto stabilito dall’autorità infatti, le strutture costruite nella zona sono illegali e insicure, in quanto sono state costruite in una posizione troppo vicina alla barriera di separazione che separa la Cisgiordania occupata. Così alle 4 del mattino, gruppi di soldati si sono recati sul luogo e hanno cominciato a sigillare alcuni edifici, costringendo gli abitanti ad uscire.

Gli occupanti delle strutture interessate, hanno opposto non poca resistenza: hanno trovato da ridire nella sentenza. Tale decisione a parer loro, sarebbe l’ennesima scusa per forzare gli abitanti ad abbandonare le loro dimore, in modo da poter espandere e consolidare gli insediamenti israeliani. Non volendo lasciare spontaneamente le abitazioni, molti residenti sono stati trascinati con la forza: è diventato simbolo uno di questi che avrebbe urlato di voler morire lì piuttosto che essere cacciato. Subito dopo è cominciata la demolizione dei palazzi, alcuni dei quali erano nuovissimi, altri addirittura non erano ancora finiti ma erano ancora in corso i lavori di edificazione.

Al momento, almeno secondo l’ufficio delle Nazioni Unite la situazione ha coinvolto circa 70 appartamenti; inoltre, sia i diplomatici dell’Unione Europea che quelli delle Nazioni Unite hanno scoraggiato le azioni israeliane, invitando le forze armate ad abbandonare il piano di demolizione degli edifici. Gli sfollati, che potrebbero essere fino alle centinaia di persone, temono il peggio: in futuro lo stesso destino potrebbe toccare ad un’altra fetta di abitanti, colpendo all’incirca 100 edifici, da quanto stimato. Tali edifici si troverebbero in una zona poco sicura, o almeno che si trova in una situazione alaloga a quella del quartiere Sur Baher. La stessa autorità che ha autorizzato la demolizione, nel 2012 aveva permesso la costruzione dei palazzi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here