È accaduto in provincia di Catanzaro l’avventura che ha visto come protagonisti i cani della Sics, ovvero la Scuola Italiana per Cani di Salvataggio. Una coppia di turisti tedeschi in villeggiatura a Soverato, nota località calabrese ha vissuto degli attimi terribili, di pura paura. I due si erano recati in spiaggia con il proprio figlio, un bambino che dopo qualche tempo si è smarrito. Non vedendo più i propri genitori il piccolo si è spaventato; altrettanto la mamma e il papà, che una dopo aver realizzato che il bambino non era più nei paraggi, hanno avvertito i soccorsi, allarmandosi.

Inizialmente la situazione sembrava molto difficile, in quanto nessuno dei due genitori diceva una parola in italiano. Nonostante ciò, sono riusciti in qualche modo a farsi capire dalla squadra di soccorso; subito i componenti della squadra si sono messi all’opera cominciando a cercare il bimbo smarrito con molta velocità ed efficienza. Ma un ruolo fondamentale è quello che hanno avuto i cani da salvataggio, appositamente addestrati per svolgere missioni di questo tipo. Dopo appena un quarto d’ora in cui i ragazzi hanno setacciato la spiaggia il bambino è stato ritrovato: era in lacrime ed era visibilmente sotto shock.

La storia ha fatto il giro del web grazie anche al post scritto dal sindaco della cittadina Ernesto Lecci. Su Facebook il primo cittadino ha voluto esaltare il momento di collaborazione dell’uomo con gli animali. Grazie ai cani infatti le operazioni sono state di gran lunga semplificate e rese più efficienti. C’è un grande orgoglio nelle parole del sindaco, che ha voluto fare i complimenti ai ragazzi che, dopo essersi suddivisi in tre squadre, si sono immediatamente adoperati per trovare il bimbo perso. Al post è stata allegata una foto che rappresenta tutti i protagonisti di questa storia che fortunatamente, si è conclusa con un lieto fine.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here