Dopo mesi è stato finalmente rintracciato e fermato il 25enne di origini romene che lo scorso mese di maggio abusò sessualmente di una ragazza di 21 anni. La vicenda si è consumata nella discoteca Factory dove, sia la vittima che il giovane si erano recati con i propri amici in una serata del mese di maggio. Dalla telecamera posta all’ingresso del locale è stata ottenuta una prima ricostruzione dei fatti, che ha condotto al ritrovamento del colpevole. I due si sono incontrati sulla pista da ballo e hanno cominciato la conoscenza l’uno dell’altra.

In questa sede si sarebbero anche baciati, dopodiché si sono recati nel giardino retrostante per appartarsi; in particolare si sono messi in un angolo più buio dove è riposta una caldaia, per avere un po’ più di privacy. Qui è scattata la trappola e il giovane romeno è stato raggiunto da altri due amici: i tre hanno abusato della ragazza a turno, dopodiché si sono dileguati scappando dal locale. La vittima è stata soccorsa prima da un paio di amici, e solo successivamente sono state chiamate le forze dell’ordine, alle 3,30. Gli amici della ragazza hanno tentato di ritrovare il giovane romeno all’interno della discoteca, ma le ricerche sono state vane.

A quanto pare i tre stupratori conoscevano molto bene la discoteca e sapevano come muoversi al suo interno, riuscendo a fuggire nell’indifferenza degli altri. Così dopo settimane di indagini, grazie alle immagini della telecamera di sicurezza e grazie alle circa 600 foto scattate dal fotografo ufficiale della serata gli inquirenti sono risaliti all’identità di uno dei tre ragazzi. La testimonianza della vittima è stata d’aiuto insieme agli altri dati, nel ritrovamento del suo aggressore. Quest’ultimo è stato sottoposto a fermo dai poliziotti della Squadra Mobile di Roma, che si sono occupati delle indagini fino a questo momento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here