Una storia triste, che parla della solitudine di una madre e un figlio, ritrovati morti dopo alcuni giorni nella propria abitazione. Non si facevano sentire da molto tempo, anche se in genere non erano fastidiosi, anzi alcuni non sapevano neanche chi fossero. Ad allertare le forze dell’ordine sono stati i vicini che, dopo alcuni giorni dal decesso hanno avvertito le esalazioni maleodoranti provenienti dal terzo piano. Subito sono intervenuti sul luogo i vigili del fuoco, che con una scala hanno raggiunto una finestra della casa e si sono introdotti nell’abitazione, dove hanno trovato uno scenario raccapricciante.

Lui deceduto in cucina, un uomo di 68 anni che si prendeva cura della mamma, una donna molto malata di 87 anni che è stata trovata sul letto priva di vita. L’ipotesi quasi certa per ora è che il figlio abbia avuto un malore, probabilmente un infarto, che lo avrebbe stroncato di punto in bianco; la madre, incapace di badare a se stessa, sarebbe morta di stenti qualche tempo dopo. Secondo i primi rilievi effettuati, i due cadaveri sono rimasti sul pavimento per almeno cinque o sei giorni e, solo quando hanno cominciato ad emanare un forte odore, hanno destato i sospetti dei vicini che si sono allarmati.

Ad avvalorare l’ipotesi del malore c’è stata una prima analisi dei cadaveri e su nessuno dei due è stato trovato alcun segno di violenza. Saranno disposti comunque degli ulteriori accertamenti per confermare la tragica pista della doppia e coincidente fatalità che ha colpito madre e figlio. Dalle testimonianze raccolte con le interviste ai vicini emerge che non sono stati riscontrati rumori sospetti, tanto meno urla o liti. Dopo la terribile scoperta alcuni vicini hanno detto di non conoscere affatto le due vittime, infatti nel condominio vivono molte famiglie ed è difficile conoscere tutti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here