Dopo sei mesi dalla tragedia delle due gemelline lanciate nel principale fiume romano, è emersa un’altra tragedia, sempre riguardante una bambina. Stavolta si tratta di una neonata di pochi giorni, infatti attaccato al suo corpicino c’era ancora il cordone ombelicale, quindi è stata gettata nel Tevere appena dopo essere venuta alla luce. Il ritrovamento è avvenuto a opera di un pescatore e il titolare di un barcone che si trovavano nei paraggi: sono rimasti sotto shock nell’apprendere che quel piccolo corpo che hanno avvistato da lontano apparteneva a una bambina di pochissimi giorni. Questi hanno immediatamente allertato le forze dell’ordine, che hanno mandato dei sommozzatori sul posto affinché recuperassero la vittima.

Il medico legale, nell’effettuare l’autopsia ha rivelato ulteriori dettagli sull’età della bambina: la piccola è stata partorita venerdì. Sono partite le indagini per trovare il colpevole, gli investigatori stanno indagando per omicidio volontario, quindi stanno perlustrando tutte le zone limitrofe per reperire qualsiasi informazione. Sono sotto analisi le varie sponde del Tevere, soprattutto tramite i video di sorveglianza registrati sia dalle telecamere presenti sui vari ponti che collegano i due lati del fiume, sia da quelle che si trovano per strada. Qualsiasi indizio potrebbe rivelare dettagli importanti, anche i mezzi di trasporto che transitavano in zona tra venerdì e sabato.

La ricerca si estende anche ai quartieri che confluiscono in quella regione, specialmente al pronto soccorso dove la madre potrebbe essersi recata per partorire. Al momento l’ipotesi che si segue è quella dell’omicidio volontario, c’è la massima collaborazione anche da parte dei cittadini, tenendo presente lo shock a cui questi sono stati sottoposti nel vedere il piccolo cadavere che poco alla volta si muoveva verso di loro, restando a galla. La vicenda ricorda quanto accaduto alle due gemelline di 4 mesi, di cui sono state perse le tracce da circa 6 mesi.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here