Si è aperta ieri la stagione estiva di Jovanotti, che ha inaugurato il suo Jova beach party a Lignano Sabbiadoro. E beach party è la definizione più appropriata in quanto a conti fatti, lo spettacolo è stato molto particolare, non si può definire concerto, tuttavia una cosa è sicura: ha funzionato, dal momento che le 45mila persone presenti non hanno smesso di ballare neanche per un secondo. È andato tutto secondo i progetti in un certo senso, infatti Jovanotti aveva annunciato negli scorsi mesi, che il suo sarebbe stato un tour al di fuori dei classici schemi.

Non c’è stato un vero e proprio inizio, ma l’artista ha cominciato a saltare da un palco all’altro, improvvisando; per gran parte del tempo ha rivelato le sue doti da dj. È stato un pomeriggio molto movimentato per Jova: prima ha celebrato un matrimonio, poi si è fiondato sul palco al fianco di Benny Benassi, e il resto è storia. È rimasto alla console dove ha elaborato a modo suo vari pezzi dei Nirvana e di Salmo, passando per i grandi classici dei Queen e di Tupac, avendo cura di alternare il tutto con uno spettacolo live “tradizionale” in cui ha intonato alcune delle sue canzoni più famose.

E se all’improvviso la festa è stata minacciata dalla pioggia, questo non ha per nulla spaventato né Jovanotti né il resto della troupe, che ha dimostrato grandi capacità organizzative. Ci sono stati attimi di disorientamento, ma, come si dice, è il bello della diretta. Infatti nonostante gli scrosci di pioggia i partecipanti hanno continuato a ballare, mentre gli operai responsabili allestivano dei gazebi molto velocemente per proteggere gli strumenti più delicati; l’importante è che il pubblico è rimasto tanto entusiasta da chiedere il bis alla fine dello spettacolo, sono tutti rimasti in attesa per ballare ancora.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here