Stromboli, dopo anni c’è stata un’esplosione che ha seminato panico e terrore fra i turisti; in particolare l’eruzione ha causato un morto. Si tratta di un escursionista proveniente da Milazzo che si trovava sul luogo per una gita con un suo amico di origini brasiliane. Quest’ultimo è rimasto illeso nonostante all’inizio si credeva che fosse stato ferito dai detriti provenienti dall’esplosione. La zona maggiormente interessata, dove si trovava la vittima si chiama Punta dei Corvi, si tratta di un sentiero del villaggio di Ginostra. Ci sono stati inoltre altri due turisti, intenti a fare un’escursione, che sono rimasti feriti dalle pietre che sono state scagliate con violenza dall’impatto esplosivo.

I vigili del fuoco si sono attivati immediatamente per recuperare le persone intrappolate in zona, ma anche per recuperare eventuali corpi, tra i quali quello dell’escursionista di Milazzo. L’operazione è stata complicata e aggravata dal fatto che, nella zona di maggiore coinvolgimento, i cellulari non prendono bene, quindi le comunicazioni con i superstiti sono state molto difficoltose. L’ordinanza per le escursioni prevede di non recarsi nei pressi del vulcano prima delle 17:30, ma questa disposizione è stata palesemente violata dai turisti. Questi si sono avventurati in cima all’altura senza alcuna guida e sprovvisti di attrezzature di sicurezza.

Il disastro è cominciato a partire dalle ore 16:46, come riferiscono gli esperti dell’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia, quando ci sono stati due “trabocchi lavici” che hanno anticipato la successiva esplosione. I soccorsi sono arrivati anche dalle parti più distanti, ad esempio c’è stato un elicottero che è partito da Salerno per recuperare due persone; si tratta di due escursionisti che sono caduti e sono rimasti immobilizzati. Gli elicotteri hanno incontrato difficoltà a motivo del fumo che ha impedito una buona visuale, infatti si è sollevata dalla cima dello Stromboli una colonna grigia che ha coperto tutta l’area.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here