Nocera Inferiore, lì è accaduta la tragedia un paio di notti fa: una bambina di appena 8 mesi è stata portata in ospedale in gravi condizioni. Solo nei momenti successivi è stato appurato che era già morta; sul corpo della piccola erano presenti vari segni di violenza, come lividi e lesioni varie. La bambina viveva con il resto della sua famiglia in un’abitazione situata nel quartiere di Sant’Egidio del Monte Albino, nel salernitano. I genitori al momento sono indagati per omicidio e, da quello che raccontano i vicini le liti erano all’ordine del giorno in quella casa, spesso si sentivano delle urla e ancora più spesso i bambini piangevano.

La vittima ha un fratellino di due anni e molti concittadini si chiedono quale sarà ora il suo destino. Il sindaco ha spiegato la situazione difficile in cui ha vissuto in questi anni la famiglia; il padre, ex tossicodipendente, ha lasciato poco tempo fa una comunità di recupero, struttura nella quale si trovava per cercare di risolvere il suo problema. Le segnalazioni ai servizi sociali erano arrivate, infatti i due coniugi sono ampiamente conosciuti dal vicinato e la loro nomea insieme alloro passato lo è altrettanto.

Sconcertato quanto tutti i cittadini il sindaco, racconta che fu lui, all’epoca del trasferimento in città, a sposare i due genitori della piccola vittima. Il 15 giugno inoltre, era arrivata una comunicazione ufficiale da parte della procura per tenere sotto controllo la famiglia in seguito alle varie segnalazioni fatte. Tali segnalazioni provengono da persone esterne al nucleo familiare, infatti non è mai stata presentata alcuna denuncia per violenza o maltrattamenti né dalla moglie che subiva, tanto meno dai suoi familiari. Nei prossimi giorni saranno fatte le indagini per stabilire come è avvenuta la morte della bambina, ponendo attenzione sul perché gli interventi passati dei servizi sociali non hanno avuto riscontri.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here