Meno uno, ecco quanto manca all’esame di maturità: quest’anno la data che segna il passaggio verso la vita adulta è il 19 giugno. Molto interessante è stata l’analisi di uno psicologo, Stefano Bolognini, guida della Società Analitica Internazionale in un’intervista rilasciata a “La Repubblica”. Il professore ha esposto quanto segue: nonostante oramai si sia quasi perso il rituale e, l’esame di maturità non ha lo stesso significato che poteva avere decine di anni fa, ancora ha un notevole impatto sugli studenti. Si tratta di un banco di prova, l’ultimo ostacolo da superare per entrare nel mondo del lavoro: se fosse tolto, mancherebbe un obiettivo da raggiungere, i giovani studenti non sarebbero abbastanza motivati. La fatidica notte prima degli esami continua a seminare angoscia fra molti 19enni che saranno sottoposti alle varie prove nei prossimi giorni. Non è un semplice esame scolastico, in quanto il candidato viene giudicato in maniera globale, sulla base delle sue capacità di comprensione e di analisi, sul suo modo di vedere e vivere determinate cose. Un atto ufficiale che ancora oggi i più grandi ricordano, a volte sognandolo la notte; la paura di non sapere, la paura di essere scoperti nella propria ignoranza su un determinato argomento è sempre vivida, un sentimento che si ricorda a distanza di tempo.

Alcuni hanno cominciato a fare ipotesi sulle probabili tracce che potrebbero essere oggetto della maturità di quest’anno. Per esempio, le pagine di studenti e liceali, sarà l’ansia o sarà l’emozione comprensibilmente legata a questa importante tappa. tra i temi più gettonati c’è ad esempio il mondo digitale, che ha preso sempre più importanza nella vita di tutti i giorni. Un altro tema caldo, in tutti i sensi, è quello dell’ambiente, tema a qui tutti stiamo diventando molto affezionati. A tal proposito spicca il personaggio di Greta Thunberg che quest’anno ha fatto parlare di sè.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here