Un termine poco comune e poco utilizzato in italia, la zampicure: infatti è una tendenza che proviene dal Regno Unito e per molti è una vera e propria follia. In poche parole, si tratta di una manicure, ma per cani e gatti; questi animali domestici normalmente sono sottoposti al taglio delle unghie, sia per motivi igienici che pratici. Ma la zampicure va oltre il lato meramente pratico e stravolge l’estetica delle zampe con tante e diverse decorazioni. Gli animali si sottopongono a dei lunghi trattamenti in cui i loro artigli vengono adornati con lo smalto, proprio come una manicure insomma.

Ma non finisce qui: si tratta di vera e propria nail art per cani, con fantasie sfrenate di tutti i colori e disegnini elaborati. Con gli anni questa moda è diventata abbastanza conosciuta, creando un business attorno alla zampicure. Ovviamente non si sono fatti attendere i commenti dei più scettici, che hanno da subito contestato la nuova usanza. Per molti si tratta di qualcosa di esagerato: un cane non saprà mai che le sue zampe così sono più belle, è una cosa innaturale. Inoltre, molti di questi animali non vogliono essere sottoposti al trattamento estetico perché non amano che i loro artigli vengano modificati in tal modo. Quindi per certi versi si tratta di una forzatura, di una imposizione fatta ai cuccioli.

In più, si aggiunge il parere degli esperti e degli animalisti: un’abitudine del genere è tutt’altro che sana e potrebbe compromettere la salute del cane o del gatto. Questo perché vengono usati dei prodotti che spesso l’organismo degli animali non tollera; lo smalto e i vari trattamenti possono essere molto pericolosi in questo senso, anche se sembrano del tutto innocui. Nel caso dei gatti, i prodotti utilizzato possono, oltre che minare la salute dei felini, impedire a questi di cacciare i propri artigli quando ce n’è bisogno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here