Doveva essere un’occasione per festeggiare la fine della scuola quella che lo scorso venerdì si è trasformata in una vera e propria tragedia. Uno studente di appena 15 anni infatti, ci ha rimesso la vita, in quella che doveva essere una festa, una delle tante organizzate dagli studenti. Il giovane che è rimasto vittima della fatalità, aveva solo voglia di celebrare in maniera degna la fine dei suoi studi, almeno per quest’anno. Come da tradizione lo studente, originario del Ghana, aveva invitato i suoi amici al lago di Como per fare un bagno tutti insieme. Quindi i giovane si sono davanti da un pontile davanti a Villa Geno.

Prima della vittima hanno l’eroico gesto i suoi amici, immergendosi nelle acque gelide, senza riportare alcun danno. Tuttavia per il 15enne l’immersione è stata fatale:il giovane studente non sapeva nuotare e, prendendo la situazione con superficialità, ha rischiato ugualmente. Stando alle testimonianze dei suoi compagni di scuola, che come lui erano in vena di festa per la fine dell’anno scolastico, il ragazzo si è tuffato con foga nelle acque del lago di Como, decisamente gelide; purtroppo però non è riemerso, ed è servito l’intervento dei soccorsi per riportarlo a galla.  Il punto in cui è avvenuto il tutto presenta un divieto di balneazione, che non è servito a fermare il gruppo di giovani.

Questo è il secondo caso negli ultimi due anni, in cui si sono viste delle giovani vittime morire allo stesso modo. Nonostante l’arrivo tempestivo dei sommozzatori, non c’è stato molto da fare e, tristemente, il corpo del giovane è stato ritrovato quando era ormai senza  vita. I sanitari giunti sul luogo hanno potuto solo constatare il decesso del giovane studente, nonostante all’inizio abbiano provato a prestargli soccorso. I suoi amici e compagni di scuola lo ricordano con un sorriso, trattandosi di una persona gioviale e sincera.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here