Ancora violenza sulle donne, l’ennesima notizia sconvolgente che riguarda stavolta una coppia di Milano. Lei, la vittima, ha subito torture varie per almeno un paio di giorni; il fidanzato Giacomo Oldrati, che aveva già dato problemi durante lo scorso anno, l’ha intrappolata e tenuta prigioniera in questo lasso di tempo. Già nel 2018 il quarantenne era stato arrestato a motivo del suo carattere aggressivo; più che carattere però si tratta di una vera e propria malattia mentale. Oldrati infatti soffre di disturbo bipolare della personalità e ha dei trascorsi in quanto malato psichiatrico; l’arresto risalente allo scorso anno è dovuto a delle lesioni provocate a terze persone.

Quest’anno, precisamente ieri, è invece stato arrestato per aver malmenato e seviziato la propria fidanzata. L’ha rinchiusa in una stanza e immobilizzata legandola, dopodiché sono cominciate le percussioni: calci e pugni, ecco a cosa è stata sottoposta la giovane donna. Una violenza inaudita forse da parte della persona da cui meno se lo sarebbe aspettato; purtroppo infatti, è un fenomeno frequente quello in cui si tende a non riconoscere in anticipo dei comportamenti del genere. Accade di frequente che la donna, accecata dall’amore e dai sentimenti che prova per l’altra persona, non veda cosa si cela davvero dietro un personalità che, come in questo caso è essa stessa vittima della malattia mentale.

L’uomo, attualmente è stato arrestato con le accuse di sequestro di persona e lesioni gravissime. Non ha nemmeno tentato di negare le proprie responsabilità davanti al gip Ilaria Da Magitris. Spetterà al giudice la decisione finale, riguardo l futuro di Oldrati, che già in passato è stato assolto. Si è svolto nel carcere di San Vittore l’interrogatorio di garanzia in cui l’uomo ha ammesso le sue colpe e ha detto di soffrire di seri disturbi psichiatrici, che l’hanno spinto ad agire come ha fatto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here