In un mondo che ci vuole sempre più veloci e frenetici, in cui si cerca di minimizzare le perdite di tempo e raggiungere nel minor numero di ore la maggiore quantità di attività possibile arriva una tendenza controcorrente: si tratta del Festival della Lentezza 2019. L’evento è promosso dall’associazione Comuni Virtuosi e dal comune di Colorno, un piccolo paese in provincia di Parma e si propone di contrapporsi a tutte le odierne tendenze del mondo che ci circonda che è sicuramente troppo veloce. il tempo aggiusta le cose, creando, da ciò che è rotto, delle nuove opportunità per la vita. C’è anche un riferimento all’antica arte del kintsugi: la tecnica consiste nel saldare insieme vecchi frammenti con polvere d’oro, ottenendo un risultato eccellente, anche meglio dell’originale.

Ma l’obiettivo di questa iniziativa qual è precisamente? Si tratta di riscoprire nuovi valori, di imparare a guardare la realtà e tutto ciò che ci circonda con dei nuovi occhi, più attenti e riflessivi, che non siano trascinati dalla fretta mondana. Ci saranno tre giorni, dal 16 al 19 giugno, in cui coloro che vogliono partecipare, avranno a disposizione ben 50 eventi tutti gratuiti a cui poter prendere parte. Non ci sono condizioni od età specifiche, basta essere interessati a esplorare il proprio passato con lentezza appunto, e con altrettanta lentezza riparare il proprio futuro, o almeno tentare di aggiustarlo quanto più possibile.

Ci saranno alcuni importanti ospiti che in questi anni si sono interessati all’argomento con appositi studi, scrivendo talvolta libri e saggi. Le serate saranno allietate da ottima musica, ci sarà l’occasione di avere scambi culturali con moltissime persone, esplorando il pensiero di ciascuna di esse. Un’occasione da non perdere dunque, visto che oggi siamo attanagliati dall’ansia e dalla frenesia di una vita che corre sempre più veloce, non lasciandoci talvolta il tempo di riflettere con lentezza e serenità.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here