Diventano sempre più frequenti i casi di maltrattamenti su minori, stavolta la tragedia riguarda la campania, più precisamente Solofra, piccolo comune di poco più di 12mila abitanti situato nell’avellinese. La questione riguarda alcuni insegnanti di asilo, che da quanto è stato scoperto, erano soliti utilizzare dei metodi poco ortodossi, arrivando anche ad alzare le mani sui bambini più vivaci, che per loro meritavano di essere puniti con la violenza. Gli insegnanti in questione sono 4, e hanno un’età che va dai 46 ai 66 anni: loro si sono resi responsabili dei maltrattamenti che hanno scatenato la furia delle mamme.

Il tutto è partito dal fatto che i bambini, ad un certo punto, non volevano più andare a scuola. E non si trattava di semplice negligenza, non era la voglia a mancare a questi allievi: erano proprio terrorizzati e non volevano mettere piede nell’edificio scolastico. Allora le mamme hanno cominciato ad avere qualche sospetto, nonostante all’inizio non riuscissero a spiegarsi come mai dei bambini così vivaci, talvolta difficili da domare, si fossero spenti tutto a un tratto. Grazie ad un gruppo di chat su Whatsapp è venuto fuori qualche dato interessante, infatti le mamme si sono confrontate a vicenda e hanno realizzato che c’era qualcosa che davvero non andava.

Allora è stato che son partite e indagini, che hanno portato dei risultati a dir poco sconvolgenti: bambini trascinati per tutta la lunghezza dell’aula. Umiliati davanti a tutta la classe, spesso venivano strattonati così forte da cadere a terra; uno di questi allievi ha addirittura subito violenze sessuali, essendo stato sottoposto più volte a palpeggiamenti vari. I quattro insegnanti hanno ricevuto diverse condanne: alcuni sconteranno gli arresti domiciliari, ad altri è stato proibito per sempre l’esercizio della professione. I familiari delle vittime sono giustamente adirati, e molti di loro stanno chiedendo con forza il licenziamento immediato dei colpevoli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here