Si tratta della fabbrica francese di Villers-Ecalles: qui va avanti dalla scorsa settimana, uno sciopero che ha visto coinvolti 160 dipendenti. Tutto è cominciato durante la notte fra lunedì e martedì, quando gli operai hanno bloccato la produzione di Nutella e altri prodotti della celebre azienda. Sin dall’inizio, è stato interrotto il flusso di camion in fabbrica, come ha dichiarato il sindacalista Fabrice Chanchel di Force Ouvrière. Infatti, mentre la produzione dello snack Kinder Bueno è completamente ferma, delle linee per la produzione dedicate alla produzione di Nutella, solo una è attiva e sta dando un rendimento pari al 20% delle sue possibilità.

Un impatto importante quello degli scioperanti che raggiungono meno della metà – in totale l’azienda conta 400 dipendenti di cui 160 hanno preso parte alla protesta – considerando che, in periodo di normale attività, lo stabilimento che si trova a qualche chilometro dalla città di Rouen, produce 600mila barattoli di Nutella al giorno. Una quota davvero significativa, che costituisce un quarto della produzione totale di crema alle nocciole, a livello mondiale. Secondo le parole del sindacalista, Canchel, il motivo dello sciopero è la richiesta di un aumento salariale, precisamente del 4,5% come innalzamento annuale generale. In tutta risposta la direzione, ha proposto un aumento dello 0,4%, che a quanto pare non ha per nulla soddisfatto i lavoratori della Ferrero.

Sempre la direzione ha dichiarato che l’occupazione dello stabilimento è totalmente illegale, come pure il blocco dell’accesso da parte dei mezzi aziendali. Pertanto è stata stabilita una sanzione di mille euro l’ora per ogni persona che blocca in qualche modo l’ingresso in azienda. Quindi gli operai sono schierati su due fronti: da un lato coloro che protestano, gli scioperanti che nonostante le minacce non sembrano retrocedere. Dall’altro i non scioperanti, in numero maggiore, che avrebbero, secondo la direzione, ogni diritto a lavorare serenamente senza importuni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here