Una rissa finita abbastanza male, con quattro arresti e un ragazzo in prognosi riservata: questo è ciò che è accaduto a Cadice, in Spagna. Fra i protagonisti che hanno preso parte alla furiosa lite ci sono quattro italiani di origini campane, tutti e quattro sono stati arrestati per aggressione. Il tutto si è verificato in un locale, dove un addetto alla sicurezza ha addirittura girato un video piuttosto cruento in cui si vede l’evolversi della situazione. In questo video si può anche sentire la voce di una ragazza, un’amica degli italiani in questione che urla contro il buttafuori perché non fa nulla per separare i ragazzi.

Grazie al video comunque, è stato possibile ricostruire in maniera più o meno precisa il susseguirsi degli avvenimenti: la rissa è cominciata con una decina di persone all’incirca, aggregati in un cospicuo vortice di violenza. Il giovane di nazionalità spagnola che ora si trova ricoverato aveva preso parte attiva nella zuffa ma, ad un certo punto è stato colpito da un forte pugno in faccia ed è caduto a terra. Una volta steso, alcuni hanno continuato a percuoterlo, riempiendolo di calci e pugni fino a fargli perdere i sensi; infatti nei minuti successivi i suoi amici hanno tentato di sollevarlo ma il ragazzo non dava segni di vita, era del tutto incosciente.

Attualmente il ragazzo si trova all’ospedale di Puerta del Mar, dove è stato sedato e trasferito in prognosi riservata. Non si conoscono le sue condizioni, sembra che sia fuori pericolo ma solo nei prossimi giorni si saprà con certezza l’entità dei danni che ha subito. Intanto la polizia ha arrestato i quattro italiani, studenti Erasmus di età compresa fra i 22 e i 30 anni, con l’intento di risalire ad una accurata ricostruzione: in questi giorni i giovani saranno ascoltati da un giudice, per stabilire le loro responsabilità su quanto accaduto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here