Già dal 2015 in Cina la famosa enciclopedia libera aveva subito un duro colpo, con il blocco del servizio in caratteri cinesi. Dal mese scorso, il governo ha esacerbato le misure restrittive bloccando il portale anche nelle altre lingue, così chiunque voglia accedere alla cultura dovrà farlo in modo clandestino, nel più completo anonimato. L’enciclopedia libera non è l’unico sito censurato in Cina, alla lista si aggiungono anche i maggiori social come Facebook e Twitter, quest’ultimo preferito dai rivoltosi che cercano di eludere la sicurezza. Qualche spiegazione arriva dall’associazione non profit GreatFire, che da anni si occupa del monitoraggio della censura mediatica in Cina. La diffusione dei traduttori istantanei online ha reso facilissima qualsiasi tipo di traduzione in qualsiasi lingua, ecco perché sarebbero state censurate altre lingue oltre a quella cinese, rendendo di fatto inaccessibile Wikipedia.

Inoltre, la censura è stata fatta proprio a qualche mese dal 30esimo anniversario del massacro di Tienanmen, simbolo di ribellione e rivoluzione. L’immagine simbolo delle proteste avvenute alla fine degli anni 80 ha fatto il giro del mondo e rappresenta uno studente che si erge solo contro un carro armato. L’argomento, per gli occidentali è facilmente reperibile e, mentre noi riusciamo a trovarlo in un qualsiasi libro di storia, in Cina è un vero e proprio tabù e molti abitanti non sono neppure a conoscenza dei fatti verificatisi 30 anni fa.

Quindi per evitare la diffusione di immagini politicamente pericolose, il governo avrebbe censurato tutto, a prescindere dalla lingua. Infatti basterebbe una semplice raffigurazione, un contenuto visivo a rivelare la verità, ed è proprio quel che si vuole evitare. La Wikimedia Foundation ha confermato la notizia, è tutto completamente bloccato: una perdita sia per la Cina che per il resto del mondo, soprattutto dal punto di vista economico oltre che culturale, come spiega anche Samanta Lien, responsabile della comunicazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here