Si trattava dell’ennesima lite in famiglia stando alla ricostruzione dei fatti. In casa c’erano la mamma, il papà e Debora, la figlia di 19 anni che più volte aveva denunciato i comportamenti violenti del padre. Ma ieri il momento fatale al culmine della lite: madre e figlia stavano uscendo di casa quando è intervenuto il padre. Si chiamava Lorenzo ed era appena rientrato in tarda serata, rivolgendosi alle altre due con i soliti modi aggressivi. Nel tentativo di ripararsi e di proteggersi, una delle due vittime, la figlia, ha preso un coltello da cucina; inizialmente l’intento era quello di spaventare il padre e farlo allontanare, ma a nulla è servito. Quel che è certo è che la ragazza ha sferrato un colpo al padre dietro la nuca, dopo una violenta colluttazione. La coltellata ha reciso un’arteria principale, provocando la morte dell’uomo.

Lorenzo Sciacquatori, un uomo di 42 anni di Monterotondo, era un ex pugile e il suo atteggiamento tutt’altro che pacato era noto da tempo alle forze dell’ordine. Negli anni scorsi infatti, già era stato denunciato svariate volte dalla figlia, che si era presentata dai carabinieri a raccontare i fatti. In più, suo padre era conosciuto anche nel vicinato per la sua attitudine violenta e perché aveva il vizio dell’alcol, che sicuramente peggiorava la situazione.

Restano da chiarire i dettagli della vicenda, bisogna stabilire se la coltellata è stata un atto di legittima difesa o meno, tuttavia la versione delle due vittime sembra concordare con la realtà. Subito dopo il tragico evento, avvenuto nell’appartamento della famiglia in via Aldo Moro, Lorenzo è stato soccorso dal 118 e portato in ospedale ma purtroppo per lui non c’è stato nulla da fare, così si è spento subito dopo essere arrivato nella struttura. Per la figlia Debora, si attende il responso degli investigatori, che l’hanno trattenuta in caserma.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here