È successo ad Arquà Petrarca, in provincia di Padova: uno scuolabus che trasportava ragazzi delle scuole medie ed elementari si è rovesciato su un fianco. Fortunatamente nessuno degli studenti ha riportato delle ferite molto gravi in seguito all’impatto, ma solo undici di loro sono stati ospedalizzati con delle ferite lievi. La ricostruzione dei fatti: da quanto raccontato dagli scolari, studenti di età compresa fra i sette e i quattordici anni, all’improvviso il pullman ha cominciato a fare zig zag per strada, per poi continuare a sbandare e a tagliare le curve, finché il mezzo non si è completamente ribaltato sulla strada.

L’autista, un uomo romeno che risiede a Rovigo, subito dopo l’incidente anziché chiamare i soccorsi è scappato, facendo perdere le proprie tracce, tra i campi. Secondo le fonti in 51enne conducente del mezzo aveva già dei precedenti; mentre lui fuggiva, i vigili del fuoco giungevano sulla scena dell’incidente, per soccorrere i ragazzini incastrati nell’autobus. Un paio di ore dopo il fuggitivo è stato rintracciato dai carabinieri; alla vista delle forze dell’ordine ha tentato di scappare ancora, ma è stato catturato e portato in caserma per essere sottoposto a interrogatorio. Inizialmente non ha aperto bocca, chiudendosi nel silenzio di fronte alle domande dei poliziotti. Questi, avevano anche in base ai precedenti, il sospetto che il 51enne fosse in stato d’ebbrezza. Il sospetto è stato confermato inevitabilmente dall’alcol test, che ha confermato un tasso alcolemico maggiore rispetto a quello previsto dalla legge per mettersi alla guida.

Quindi l’uomo è stato arrestato con varie accuse, tra cui incidente con danni ad altre persone, lesioni personali plurime, fuga dopo l’incidente, guida in stato di ebbrezza. I ragazzi stanno tutti bene, undici di loro sono stati condotti in ospedale ma solo per otto di loro è stato disposto un ricovero precauzionale di cinque giorni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here