È accaduto a Rivara, in Piemonte. Un operaio sessantenne accompagnato dal proprio figlio era andato a lavoro, cioè a revisionare una macchina per il caffè facendo le dovute sostituzioni. Si sono recati entrambi alla Trattoria del Ponte ma, nel pomeriggio verso le 16:30 si è verificato l’incidente, con un’esplosione dell’aggeggio. Antonio Perissinotto si chiamava il più grande e padre, purtroppo è rimasto ucciso da una scarica elettrica, o almeno questa si pensa che sia la causa del decesso. Il figlio Valerio, appena ha realizzato quel che stava succedendo, ha afferrato il padre e ha tentato di portarlo quanto più lontano possibile dalla macchina; nel fare ciò è rimasto ferito, ma la sua situazione non è grave.

Vedendo che Antonio aveva perso i sensi e non reagiva più i titolari hanno allertato i soccorsi, così è stato tempestivo l’intervento del 118, che ha trasportato l’uomo al Cto di Torino. Ferito in e in gravissime condizioni, il suo corpo è stato portato con l’elicottero per necessità e per velocizzare i tempi. Purtroppo i tentativi di rianimare la vittima sono stati futili e l’uomo si è spento nel pomeriggio di ieri, venerdì 16 maggio. Anche i carabinieri sono intervenuti recandosi sul posto per tentare di stabilire le esatte cause che hanno scatenato il tragico evento.

Dalle prime informazioni rinvenute, emerge che padre e figlio lavoravano entrambi per una ditta specializzata nella manutenzione di macchine per il caffè; il figlio, un ragazzo di 31 anni è rimasto sotto shock, mentre tentava di prestare soccorso al proprio genitore. I due si erano già recati nella stessa trattoria nel corso della mattinata, e stesso nella mattina avevano terminato il grosso dell’operazione di revisione. Nel pomeriggio erano tornati semplicemente per accertarsi che fosse andato tutto bene, per verificare il corretto funzionamento della macchina.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here