Stava facendo lezione in una seconda media di Albavilla Laura Forni, quando si è accorta di avere un certo malore. La docente, incinta di sei mesi, si è alzata dal suo posto in cattedra e ha detto agli allievi che sarebbe andata un attimo in bagno, non si sentiva bene; poi la tragedia, dopo pochi secondi Laura si è accasciata sul banco senza dare segni di vita. Allarmati e impauriti, gli alunni sono immediatamente usciti dalla classe per lanciare l’allarme. Quindi si sono riversati fuori dall’aula gridando, hanno così attirato l’attenzione di un altro professore, che teneva lezione nella classe adiacente, un collega di Laura. E da qui subito la donna è stata soccorsa, successivamente c’è stata la chiamata al 118 ed è stata trasportata d’urgenza all’ospedale Valduce di Como, tentando l’impossibile.

In pronto soccorso le sono state fatte alcune manovre di stabilizzazione ma purtroppo non sono servite a salvarle la vita: ogni tentativo è stato vano e lei si è spenta poco dopo. I medici hanno tentato di salvare il nascituro di appena sei mesi, ma neppure per il bimbo c’è stato scampo. Ancora bisogna fare luce sulle esatte cause della morte, per ora si ipotizza un problema cardiaco, o un problema circolatorio. Il magistrato della Procura di Como procederà con la disposizione di esami specifici.

Laura Forni era sposata, con un figlio di sei anni e, fino a ieri non era mai stata male a motivo della gravidanza, né aveva mai avuto problemi a riguardo. Lavorava come supplente di materie artistiche, dividendosi tra le scuole di Altavilla e Alzate Brianza, ed era sempre stata presente e puntuale a lezioni. I suoi allievi sono ancora sotto shock nell’apprendere la terribile notizia; al momento dell’arrivo dell’ambulanza sono stati portati via e, per quanto possibile, si è cercato di tranquillizzarli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here