Una scappatella che gli è costata la vita in una frazione Terlizzi, piccolo paese in provincia di Bari: e così quello che doveva essere un divertimento, un incontro di piacere, si trasforma in un tragico evento. L’anziano, un arzillo e più che vivace uomo di 76 anni, si era appartato a Sovereto, una zona di campagna. Qui nella totale tranquillità e nella riservatezza che solo in natura si può trovare avrebbe consumato il rapporto con una prostituta. Purtroppo però, pare che il cuore dell’uomo non abbia retto a tanta foga, così nel bel mezzo della prestazione ha avuto un malore che gli è stato fatale. La donna che era con lui, spaventata e temendo il peggio, ha subito chiamato i soccorsi, affinché facessero qualcosa per il suo cliente. Ma il tempo non è bastato, così, quando sono arrivati i paramedici, il 76enne nonostante i i ripetuti tentativi di rianimazione non dava segni di vita.

Ma gli affari restano affari, così dopo che i medici hanno constatato il decesso, la prostituta ha comunque preteso che le venisse pagata la somma pattuita di 30 euro, quale tariffa per la sua prestazione. Sul posto sono giunti anche i carabinieri per effettuare accertamenti; pare inoltre che l’uomo soffrisse già da tempo di una patologia cardiaca, è quasi se non del tutto certo che tale patologia sia stata la causa scatenante la sua dipartita.

Negli stessi giorni, è avvenuto un altro incidente per le strade di bari che ha coinvolto un cittadino anziano, un ciclista sessantenne. La vittima stava tranquillamente percorrendo il corso principale in sella alla sua bicicletta quando è stato investito da un’auto. Subito sono intervenuti i soccorsi, sia il 118 che i carabinieri, che hanno fatto in modo che l’uomo fosse portato quanto prima possibile al pronto soccorso del Policlinico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here