La prima domenica di maggio ha portato non poche difficoltà, dal nord al sud del Paese: era stata lanciata, nei giorni scorsi, l’allerta meteo in almeno 8 regioni d’Italia. Per cominciare, al nord è tornato il clima natalizio, con le montagne innevate. Sono state registrate temperature sotto lo zero in Veneto, mentre c’è stata una forte nevicata sulle dolomiti, a partire dai 700 metri, e a livello delle Prealpi. Anche la Toscana è stata invasa dalle nevi nelle zone con maggiore altitudine. Neanche le coste sono rimaste immuni ai disagi provocati dal maltempo, infatti una mareggiata ha invaso la Versilia, inondando parecchi metri di costa; il che ha creato non pochi danni ai gestori delle località balneari che avevano aperto in occasione del ponte di Pasqua.

Nel Mincio invece, la tragedia: cinque persone di nazionalità romena si trovavano nei paraggi, erano usciti per andare a pesca; con il peggioramento delle condizioni atmosferiche, i cinque si sono riparati in macchina, tuttavia il conducente, non notando che non era inserita la marcia, ha perso il controllo della vettura. Sentendo le urla, alcuni pescatori nelle vicinanze hanno allertato le autorità, che sono riuscite a mettere in salvo quattro persone, mentre uno di loro è ancora disperso. Sullo stesso fiume un ristorante galleggiante si è staccato dagli ormeggi ed è stato trascinato dalla corrente in una navigazione forzata. Si chiama “la barcaccia”, ed è subito stato recuperato con alcune imbarcazioni da pesca e messa in sicurezza dai vigili del fuoco.

Un’altra tragedia si è verificata a Marsala, nella riserva naturale “Isole dello Stagnone”, dove un turista tedesco di 65 anni che si accingeva a fare kitesurf, è rimasto ucciso. L’uomo era senza protezioni e stava per entrare in acqua quando una raffica di vento l’ha scaraventato sul parabrezza di una macchina parcheggiata nelle vicinanze.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here