Jesolo, provincia di Venezia: è qui che una donna è rimasta tragicamente uccisa mentre tentava di attraversare il fiume Sile in barca. La donna era una turista svizzera e aveva affittato una house boat, ovvero una barca per navigare in acque interne; a quanto pare per usare tale imbarcazione turistica non serve la patente nautica. Alla guida c’era un uomo un cinquantenne, anch’egli di nazionalità svizzera. Per arrivare a destinazione i due turisti avrebbero dovuto passare al di sotto di due ponti, ma solo il primo di questi si è alzato regolarmente permettendo il transito.

Il pilota allora si è diretto con sicurezza verso il secondo ponte; tuttavia ci sono dei fattori che non ha considerato, cioè il fatto che il livello dell’acqua si è alzato a causa del cattivo tempo. All’inizio è rimasto incastrato sotto il ponte, prima con la prua poi anche con parte della tuga, cioè la parte rialzata della barca. Mentre egli tentava di eseguire manovre per uscirsene, la donna ha tentato di fermare la barca appoggiando le mani sul ponte, ma purtroppo è rimasta schiacciata fra la barca e il ponte. L’impatto con precisione è avvenuto sul fiume Sile, a livello del ponte San Giovanni.

Tutto è avvenuto sotto gli occhi increduli dei familiari della donna che, nonostante abbiano tentato di prestare soccorso non hanno potuto fare nulla per impedire la morte della donna. In seguito è stata chiamata anche un’ambulanza, ma neppure i medici del 118 hanno potuto fare nulla. Questi inorriditi, hanno immediatamente chiamato i soccorsi, così intorno alle 15:30 sono arrivati i vigili del fuoco. Oltre ai pompieri sono giunti sulla scena dell’incidente anche i carabinieri e la polizia locale per eseguire i rilievi e quindi ricostruire con esattezza la dinamica degli eventi. Fra le cause pare che vi sia la corrente eccessiva, che avrebbe spinto la barca contro il ponte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here