Intervento di bypass gastrico per dimagrire: muore a soli 29 anni un giovane napoletano

0
821

Era un giovane padre di famiglia, Raffaele Arcella, che ha lasciato la moglie ed il figlio di appena sei anni. Il 29enne napoletano, originario di Caivano, stava combattendo da tempo contro la sua grave obesità: così si è sottoposto a ben due interventi di bypass gastrico. Sin dal mese di marzo aveva cominciato la sua lotta contro il peso, che a quanto pare non è del tutto priva di rischi: il giovane Raffaele infatti, è stato ricoverato per giorni alla clinica Trusso di Ottaviano, dove era già stato operato. All’improvviso però le sue condizioni si sono aggravate e i medici hanno realizzato che era in fin di vita; quindi è stato trasferito al Policlinico di Napoli, nel reparto rianimazione, dove purtroppo non c’è stato nulla da fare, è deceduto sabato pomeriggio.

La famiglia, devastata, ha denunciato l’accaduto, tuttavia la causa della morte ancora non è nota, si attendono delle risposte certe dall’autopsia. Si cercherà nei prossimi giorni di chiarire se la morte di Raffaele sia dovuta all’errore umano, alla negligenza, oppure se sia stata una inevitabile tragedia. Si tratta di un altro caso di malasanità, l’ennesimo? Questa la domanda che attanaglia cari e parenti; la procura di Nola a tal proposito ha aperto un’inchiesta per stabilire con esattezza le responsabilità e le circostanze della morte di Raffaele.

Ma cosa sappiamo del bypass gastrico? Questo tipo di intervento oggi è molto frequente, rispetto alle tecniche usate in passato sarebbe più sicuro, garantisce la perdita di peso proprio perché permette il raggiungimento della sazietà precocemente. Sia la procedura che la convalescenza però non sono da sottovalutare e, purtroppo, come già accaduto negli anni precedenti, non tutti riescono a sopravvivere nei mesi successivi all’intervento.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here