Bimbo cade da un carro e muore: la madre tra gli indagati

0
641

Il Carnevale a Bologna si è trasformato in tragedia, dopo che il piccolo Gianlorenzo Manchisi ha perso la vita il giorno dopo essere caduto da un carro allegorico.

Gli indagati sono tre, tutti con l’ipotesi d’omicidio colposo e si tratta della madre del piccolo, dell’allestitore del carro allegorico e dell’ingegnere che ha rilasciato il collaudo del mezzo.

I carabinieri della stazione Bologna Indipendenza hanno notificato gli avvisi di garanzia, mentre la pm Beatrice Ronchi coordina l’inchiesta.

Diverse sono le motivazioni che hanno portato i tre all’iscrizione nel registro degli indagati da parte della Procura di Bologna. Per la madre si parla di “imprudenza e disattenzione”, ma l’avvocato ha dichiarato che la sua assistita “possiede la serenità di chi è in possesso della verità”. Sostiene infatti che esiste un video che dimostra che non ci sia stato nessun tipo d’imprudenza o disattenzione da parte della madre.

L’ingegnere risulta indagato per avere redatto l’elaborato “in modo superficiale e inadeguato”: avrebbe infatti rilasciato il certificato di collaudo del carro trascurando di considerare gli aspetti di sicurezza dinamica del mezzo, sotto il profilo del rischio di caduta delle persone.

Per l’allestitore del carro allegorico invece si parla di “colpa generica e specifica”, per le diverse mancanze dal punto di vista delle norme tecniche di sicurezza che i rilievi svolti dai Carabinieri hanno portato alla luce. Si tratta della mancanza di un’adeguata protezione esterna per impedire la possibile fuoriuscita accidentale dei bambini e dell’assenza di uno strumento di protezione delle ruote, tale da evitare il rischio di investimento o il rischio di schiacciamento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here