Ogniqualvolta non ci sentiamo bene, il legame tra il sonno e l’attivazione del sistema immunitario è dettato da un gene che attiva nel cervello il desiderio del riposo.

Un recente studio sui moscerini della frutta, ha dimostrato come il sonno sia strettamente correlato con la necessità di guarigione quando si sta male. Tutti gli esseri umani trascorrono un terzo della loro esistenza dormente e cercando di combattere alcuni malori. Tutt’oggi non si sa ancora quali processi chimici spingano il corpo umano a dormire.

Di giorno, quando non siamo al 100% abbiamo bisogno di fare la penichella, o comunque di dormire qualche ora per far si che possiamo ritrovare la forma fisica ideale. Uno studio effettuato sulle drosofile o moscerini della frutta, dimostra come il sistema immunitario sia legato al sonno.

Risultati immagini per flu

Il gene NEMURI ha proprietà curative

La proteina scoperta dai ricercatori è stata denominata NEMURI, combatte le tutte le infezioni che possono provenire da batteri esterni, e allo stesso tempo se si trova nelle cellule cerebrali, può indurre il sonno prolungato, fino a quando l’infezione non è stata eliminata del tutto.

Questo tipo di scoperta potrebbe far luce sul fatto che quando non ci sentiamo bene, la voglia di dormire e soprattutto di riposarsi aumenti esponenzialmente.

Nel momento in cui il gene è stato disattivato in alcuni gruppi di moscerini, quest’ultimi non hanno sentito la necessità di dormire, e perciò non hanno fatto i loro soliti riposini diurni.

In altri gruppi di moscerini invece, quando il gene NEMURI era più presente, quest’ultimo ha regolato il sonno facendo in modo tale da far avere più chance di sopravvivenza alle drosofile infette.

Questo fenomeno si manifesta anche nel sistema immunitario dei mammiferi, infatti dopo una veglia prolungata si attivano delle proteine che sono strettamente collegate con il sistema immunitario. Le molecole NEMURI sembra che abbiano giustificato e definito un aspetto comportamentale del corpo umano, rimasto oscuro per secoli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here