La famosa orma del passo sulla Luna sembra non essere stata fotografata, infatti la famosa foto di Aldrin sembra essere qualcosa che tutti non vorrebbero ricordare.

L’immagine più suggestiva che si ha sulla conquista della Luna, è la foto dell’impronta di scarpone sul suolo lunare. Questa non è vera, sembra essere un falso, proprio perchè non è quella dell’uomo che ha calpestato il suolo della Luna, Neil Armstrong. L’impronta sembra essere la foto del secondo astronauta a mettere piede sulla Luna, il suo nome è Buzz Aldrin, la notizia è stata pubblicata sul sito della NASA ed è stata aggiornata ad Agosto 2017.

Risultati immagini per moon footprint

Dopo essere sbarcato sulla Luna, e aver celebrato la sua celebre frase, Armstrong fece tante fotografie della Luna, tra queste però non c’era l’impronta del suo primo passo sulla Luna.

Tutto fu studiato a tavolino

L’impronta fu impressa in maniera così decisa e chiara, e poi fu fotografata per uno scopo scientifico. Sulla Terra bisognava dimostrare la compattezza del suolo, il quale era costituito da regolito, comunemente conosciuta come polvere lunare. Negli archivi storici delle missioni Apollo, infatti è possibile visionare la foto del suolo prima che venisse calpestato.

Il capitano della missione è stato dimenticato

Mentre Aldrin faceva i suoi rilevamenti tecnici, Armstrong scattava tutte le immagini di rito, come quella della bandiera sul suolo lunare, e la discesa del suo compagno dal LEM.

Sono poche le fotografie che inquadrano Neil Armstrong in maniera chiara, alcune delle quali sono state scattate per caso. Inoltre la reale prima impronta di Armstrong, è stata cancellata dalle impronte successive degli altri astronauti.

La Luna potrebbe avere un cattivo odore

Oltre alle tante curiosità e indiscrezioni rilasciate dagli astronauti, sembra che sulla Luna si trovino anche i 24 scarponi lunari degli astronauti. Infatti al termine della missione, gli equipaggi dovevano abbandonare tutto ciò che non era necessario per il rientro a casa. Così per tenere leggeri i moduli al decollo, lasciavano gli scarponi e altri rifiuti corporei indefiniti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here