Tutti si augurano di non raccontare episodi come quello accaduto a San Ferdinando, ma a quanto pare la nuova tendopoli che si trova a poche centinaia di metri da quella sgomberata pochi giorni fa, è stata messa a fuoco mietendo altre vittime.

Un migrante è morto la notte scorsa in un incendio divampato nella nuova tendopoli a San Ferdinando, in provincia di Reggio Calabria. La tendopoli gestita inizialmente dal comune, venne poi affidata alla Caritas locale. Ospitava tanti migrandi che sono stati sgombrati dalla baraccopoli qualche giorno fa, la vittima non è stata ancora identificata.

“Speravamo di non dover più raccontare episodi come questo, ma purtroppo è accaduto ancora.” Queste sono le parole sconfortanti del sindaco di San Ferdinando, il quale continua: “Le cause del rogo, che ha interessato una tenda, non sono ancora chiare. Sono al lavoro i vigili del fuoco e la polizia Scientifica, adesso siamo in attesa di capire come sono andati i fatti. Di sicuro è accaduto ciò che non doveva accadere!

Il direttore della Caritas Vincenzo Alampi, dichiara: “Questo luogo non è l’inferno della baraccopoli, ma non è nemmeno il paradiso, è solo uno stallo temporaneo che va superato in tutti i suoi aspetti. Diocesi, Caritas, Comune e Prefettura stanno portando avanti un lavoro che non deve assolutamente interrompersi, ci sono persone che vivono pacificamente all’interno della tendopoli, abbiamo cercato di rendere le condizioni di vita il più dignitose possibile. La notizia di questa mattina ci colpisce e di addolora ancora una volta.”

L’incendio di sarebbe sviluppato in un angolo di tenda dove erano posizionati dei cavi elettrici, la baraccopoli era attrezzata con servizi igienici, un presidio sanitario e vigilanza continua. L’intervento repentino dei soccorsi ha evitato la catastrofe, ma purtroppo non è riuscito ad evitare la morte del migrante. Proprio nella stessa baraccopoli, tre vittime erano morte a causa di un incendio lo scorso 16 Febbraio.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here