Organizzano un corteo di tir contro la chiusura della E45

0
576

Una protesta è stata organizzata da Assotir Perugia, la quale denuncia che non ci sarà nessuna riapertura per i mezzi pesanti contrariamente da quanto annunciato dal ministro Toninelli un mese fa.

C’è stata una lunga coda di tir da Perugia a Valsavignone, prima del viadotto Puleto, ancora chiuso al traffico di mezzi pesanti. Questa è la prima protesta per la chiusura della E45. La protesta è stata organizzata da Assotir Perugia, la quale denuncia: “Non ci sarà nessuna riapertura per i mezzi pesanti superiori alle 3,5 tonnellate, contrariamente a quanto annunciato dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, circa un mese fa”

Il corteo partirà dalla stazione Erg di Lidarno direzione nord e raggiungerò Valsavignone, invertendo il senso di marcia si fermerà alla stazione di servizio di San Sepolcro. Proprio di questa manifestazione è stata data preventiva comunicazione alle questure di Perugia e Arezzo.

La giornata di protesta è stata organizzata per dare visibilità ad una situazione di grande disagio che stanno vivendo sulla pelle alcune imprese da tempo. Quello che tutti si augurano è che la sensibilizzazione delle istituzioni sia concreta, e soprattutto l’opinione pubblica si decida a cercare una risposta coerente da parte del Governo.

Assotir minaccia: “qualora dovesse perdurare la chiusura della E45 e non si dovessero trovare soluzioni ragionevoli ed in tempi brevi, gli autotrasportatori hanno gia’ comunicato di essere determinati ad assumere ulteriori e piu’ incisive forme di protesta“. A quanto pare la chiusura della strada sta mietendo dissensi in tutto il paese, il tratto è da sempre stato un punto di comunicazione tra aziende e città limitrofi. Tutti coloro che posseggono un’attività commerciale che dipende dai mezzi pesanti, purtroppo dovrà fare i conti con questa decisione.

Risultati immagini per chiusura e45

Alcuni si stanno affidando alle associazioni, patronati e istituzioni per far valere la propria idea, speriamo che il tutto si risolva nel migliore dei modi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here