Dalla stagione estiva 2019, sarà vietato nei lidi pugliesi la somministrazione di cibo, bevande, posate, piatti e bicchieri in materiale compostabile o monouso. La Puglia è la prima regione in Italia, a vietare questo genere di plastiche. Tutti gli stabilimenti balneari dovranno rinunciare alla plastica monouso, e favorire tutto il materiale eco-compatibile.

Il presidente della regione Puglia dichiara: “É un risultato davvero prezioso, sia per l’equilibrio futuro del nostro ambiente marino, e sia per la sensibilizzazione al pubblico su questa tematica.” La decisione ès tata presa durante un incontro tra ambientalisti e proprietari di lidi. I rappresentanti degli stabilimenti balneari hanno infatti condiviso sin da subito questa decisione, infatti si è confermato anche un risultato storico per quanto riguarda la difesa del mare.

Risultati immagini per plastic free

Circa l’80% dei rifiuti marini è costituito di plastica, e il 27% è composto da attrezzi utilizzati per la pesca, tra cui ci sono reti e fili. La decisione della Puglia è stata proposta in linea con quella della Commissione Europea, dove dal 2021 verrà vietata la produzione di articoli in plastiche monouso. Con questa direttiva si riuscirà a risparmiare circa 3,4 milioni di tonnellate di CO2, e danni pari a 22 miliardi di euro.

Inoltre, la regione Puglia, aveva già previsto secondo la legge di bilancio, uno stanziamento della somma di 250.000€ per tutti i Comuni e gli organizzatori di eventi, i quali si impegneranno a ridurre la produzione di rifiuti tossici e ad incrementare sempre di più la raccolta differenziata.

Risultati immagini per plastic free

Il contributo verrà concesso a eventi, sagre, feste patronali, manifestazioni ricreative, culturali, sportive, affinchè siano tutte all’insegna del plastic free. Come sarà il mondo senza le comodissime forchette, bicchieri, piatti e oggetti monouso? Riusciremo a capire il reale senso dell’eco sostenibilità?

La Puglia sembra giocare in anticipo sui tempi, proprio per riuscire a preparare i suoi cittadini, ad un cambiamento così drastico ed imminente come il divieto delle plastiche nel 2021.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here