Gli accordi inaspettati nei brani musicali generano piacere nel cervello umano

0
445

Quando state ascoltando una canzone e questa cambia repentinamente, vi fa piacere? Provate qualche sensazione particolare? Se la risposta è si, sappiate che non siete gli unici, infatti la musica agisce secondo alcune regole che soddisfano e ricompensano il sistema cerebrale e questo viene usato anche durante il processo di apprendimento giornaliero.

Tutti noi quando ascoltiamo un brano musicale che non conosciamo su Spotify, e all’improvviso quest’ultimo cambia repentinamente con degli accordi inaspettati proviamo un piacere inaspettato. Uno studio ha confermato quello che proviamo giornalmente quando ascoltiamo musica.

Risultati immagini per hearing music

L’effetto inatteso di alcune canzoni va ad agire proprio sui centri che ricompensano il cervello, è una sorta di meccanismo che cerca di rendere più facile l’apprendimento della canzone che stiamo ascoltando. Lo studio ha sottoposto 20 volontari ad un compito di apprendimento musicale, il quale sfrutta proprio questo meccanismo. Viene definito errore di previsione della ricompensa, e rinforza lo stimolo nel momento in cui la ricompensa viene elargita, questo porterà a ricercarlo ancora di più per cercare di imparare ad ottenerlo il più velocemente possibile.

Cosa hanno provato i volontari?

Prima di tutto i volontari dovevano scegliere dei colori e delle direzioni secondo alcune possibilità offerte, ogni combinazione li avrebbe portati ad uno specifico accordo e una specifica nota piacevole o meno piacevole da ascoltare.

Dopo qualche minuto i volontari hanno capito quali accostamenti avrebbero generato una tipologia di accordi, e hanno maturato l’aspettativa di uno stimolo più piacevole in alcuni casi e meno piacevole in altri.

Risultati immagini per hearing music

Un algoritmo ha calcolato la ricompensa attesa e quella che la canzone stava realmente dando ai soggetti. Nel momento in cui lo stimolo era più gradevole, e quindi superava le aspettative, si è registrata un’attività nel circuito della ricompensa. Infatti questa è la prima volta che la soddisfazione intensa in questo campo, viene collegata ad uno stimolo reale a concreto come la musica.

Nel momento in cui i volontari sono stati sottoposti all’effetto sorpresa, hanno sviluppato maggiori progressi d’apprendimento per quanto riguarda gli accordi inaspettati presenti nei brani musicali. Questo ha facilitato di conseguenza l’apprendimento musicale riflettendosi a sua volta su altri stimoli astratti, diversi da quelli generati dalla musica.

Immagine correlata

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here