Fumare marijuana potrebbe rendere più fertili

0
502

Si potrebbe dire che quasi tutti nella vita abbiano provato a fumare marijuana, c’è chi ne ha fumate quantità elevate e chi invece ne ha fumato quantità moderate. Questa tipologia di uomini può essere ricondotta e collegata ad una presenza di spermatozoi più elevata rispetto a coloro che non hanno fumato.

Alcuni studi fatti all’Università di Harvard fanno luce sul mito che la fertilità maschile può essere compromessa dal fumo, soprattutto se si parla di cannabis.

Questo studio va a demolire tutte le aspettative e gli studi precedenti, i quali dimostravano che gli uomini assuefatti dalla cannabis o marijuana, avevano una produzione minore di spermatozoi durante la loro eiaculazione. Lo stesso effetto è stato riscontrato sui soggetti che consumavano alcol e fumo di sigaretta.

Risultati immagini per marijuana spermatozoi

Cosa ci dice lo studio?

Lo studio è stato fatto su un campione di uomini che si sono rivolti a dei centri per la fertilità. Il 50% degli esaminati aveva fumato marijuana nella vita, mentre il 44% in passato ha fatto uso di cannabis, e l’11% invece fumava ancora marijuana.

Al microscopio è risultato che tutti coloro che hanno consumato cannabis in precedenza avevano una conta spermatica maggiore rispetto a chi non faceva uso di marijuana. Inoltre tra chi non fuma si è riscontrata anche un’alta percentuale di spermatozoi deboli, i fumatori di cannabis hanno dimostrato dei livelli di testosterone più alti del solito. 

Risultati immagini per testosterone

Diversi risultati con opinioni contrastanti

Questo studio ha praticamente ridefinito tutto ciò che era stato studiato in precedenza. Alcuni possono interpretare i risultati in tante maniere diverse, la verità sta nel mezzo.

Alcuni pensano che facendo un moderato uso di cannabis, si potrebbe incentivare il funzionamento del sistema endocannabinoide, il quale è strettamente coinvolto con la fertilità degli uomini. Altri dichiarano che nel momento in cui l’uso di marijuana si prolunghi nel tempo, questi benefici potrebbero svanire.

Un’altra interpretazione più plausibile e soprattutto credibile è quella che individua negli uomini con alti livelli di testosterone, dei comportamenti insoliti come il consumo di droghe e quindi di conseguenza la cannabis.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here