Il mistero dei “megaliti”

0
400

Gli allineamenti di pietre sono disseminati dappertutto nel mondo, l’Europa è piena di questa cultura alquanto misteriosa. Questo modo di disporre le rocce si è diffuso nelle regioni costiere della Gran Bretagna, tutt’oggi celano un mistero non ancora scoperto.

Stonehenge è uno dei siti dove si trovano delle rocce neolitiche in stile architettonico, la cui disposizione è stata pensata proprio per riuscire a mantenersi erette. Questa tipologia di rocce viene chiamata rocce megaliti, possiamo ritrovare queste creazioni anche in Sardegna e Scandinavia. Alcuni studi rivelano che ci sono diverse tipologie di pietre megalitiche e diversi stili i quali si sono diffusi per tutto il continente europeo.

Alcuni studi riconducono l’origine dei megaliti e di queste costruzioni così misteriose, ad una gruppo di cacciatori vissuti in Gran Bretagna circa 7.000 anni fa, con il passare del tempo i membri di questa cultura hanno diffuso la loro arte attraverso i loro viaggi marittimi.

Cerchiamo di capire quando questi megaliti sono stati creati

Alcuni studi compiuti su alcuni siti archeologici, hanno rivelato che alcune civiltà utilizzavano la tecnica dei megaliti anche per seppellire resti umani, creare dei veri e propri monumenti e dar vita a dei sepolcri in città nascoste sotto terra.
Anche le usanze funebri hanno rivelato alcune innovazioni nella disposizione e soprattutto nella creazione di tombe condivise da altre culture.

I megaliti più antichi d’Europa sono quelli ritrovati in Francia, esattamente nella zona nord-ovest, dove sono presenti delle vere e proprie pietre erette su tumuli di terra e dolmen, ovvero delle tombe a camera singola. Le incisioni fatte su queste rocce raffigurano dei capodogli, animali marini e soprattutto cacciatori intenti ad esaminarli.

La tecnica si diffonde in tutta Europa

Le strutture megalitiche vennero diffuse in tutte le zone costiere dell’Europa, infatti ai giorni d’oggi è possibile trovare dei siti sia in Francia, in Spagna, Scandinavia, Germania e addirittura Sardegna.
L’unica nota oscura è ancora lo scopo della creazione di questi monumenti, e soprattutto la motivazione che ha spinto questi cacciatori a creare costruzioni così durature nel tempo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here